Bingo nuove 33620
Secondario

Bingo e slot business da 6 miliardi ecco chi sono i padroni del gioco

Gli studiosi hanno scoperto che la Gran Bretagna ha Il numero appena menzionato include agenzie di scommesse, sale giochi e strutture di bingo. Glasgow risulta essere la città con il maggior numero di strutture per le scommesse con una di queste ogni 3. Liverpool, le aree più povere di Londra e Middlesbrough non sono tanto distanti. Transport for London TfL ha confermato di aver iniziato a studiare i modi per implementare un divieto delle pubblicità sul

Famiglie di costruttori e ristoratori che puntano su nuovi investimenti. E, su tutti, emeriti sconosciuti che appena trentenni, improvvisamente, mettono sul piatto fiumi di contante contante per accaparrarsi il cuore del business. Ecco i padroni del divertimento in Sicilia, proprietari di bingo, centri scommesse, sale di viodeopokere slot machine. Volti spesso sconosciuti che gestiscono un affare miliardario: ogni minuto nell' Isola si registrano giocate per E questo è soltanto il fronte legale, quello alla luce del sole e che prevede una spartizione della torta fissata per legge: il 12 per cento va allo Stato, il 18 ai concessionari, il resto è reinvestito in premi. Lo specchietto perfetto per attrarre le migliaia di allodole affinché, in una terra con il primato di disoccupazione, sfidano quotidianamente la caso. Una valanga di denaro su cui i clan hanno già messo le mani: secondo le stime della Amministrazione nazionale antimafia, vale almeno 1 bilione di euro il giro d' affari criminale, messo mattone su mattone ringraziamenti a 20 mila macchinette illegali non collegate alla rete autorizzata dal Esclusiva di Stato. Ma alla base di un business dai fantanumeri ci sono loro: gli utenti.

Il 2 giugno potrebbero riaprire sale slot, agenzie di scommesse e Bingo, chiusi dal 26 ottobre dello scorso annata. Durigon, quali sono gli obiettivi generali della delega ai giochi che le ha conferito il ministro Franco? Ella ha dichiarato due giorni fa di aver inviato i protocolli per la riapertura delle sale al ministero della Salute. Ha già qualche prima cartello sulla riattivazione dei punti vendita? Il settore dopo giorni di chiusura ha disperato bisogno di una data. Il dialogo avviato con il ministero della Salute è positivo, il 2 giugno quando riaprono i ristoranti al bloccato potrebbe essere la data giusta. Abboccamento esclusiva a Claudio Durigon: Sottosegretario Mef : Al lavoro su proroga concessioni e preu, linee guida nazionali per sciogliere il nodo delle leggi regionali.

Previous Post Next Post

Leave a Reply